Decreto “Cura Italia” – Moduli Bonus e Incentivi

🌀 Venuti Solution TI INFORMA 🌀

Siamo prossimi alla presentazione delle domande per i vari Bonus e Incentivi messi a disposizione a causa dell’emergenza da COVID-19.

Dal 1° aprile in poi si potranno presentare le richieste relative a quanto disposto nel Decreto “Cura Italia” n.18 del 17/03/2020 per tutte le Imprese, i Professionisti, i Dipendenti e le Famiglie.

Ecco di seguito alcune brevi spiegazioni sulle modalità delle domande da presentare, per aiutarvi ad ottenere i giusti incentivi previsti.

1. MODULO SOSPENSIONE MUTUO PRIMA CASA
<<< Clicca qui >>>>

Questo Modulo (presentabile autonomamente) è legato al Fondo di Solidarietà e prevede la sospensione del Mutuo Prima Casa per alcuni eventi occorsi a causa dell’epidemia batteriologica da COVID-19 (cessazione del rapporto di lavoro, sospensione obbligatoria dal rapporto di lavoro, riduzione del rapporto di lavoro) per un periodo massimo di 18 mesi.

2. RICHIESTA SOSPENSIONE PRESTITI – MUTUI VARI – FINANZIAMENTI
<<< Clicca qui >>>>

Questo Modulo (presentabile autonomamente), da mandare via PEC al proprio Istituto Bancario di riferimento, permette di bloccare prestiti, finanziamenti e mutui di vario genere, applicando la firma digitale alla presentazione della domanda, fino al 30 settembre 2020.

3. RICHIESTA SOSPENSIONE CANONI DI LOCAZIONE
<<< Clicca qui >>>>

Questo Modulo (presentabile autonomamente) permette, in accordo fra Locatore e Conduttore, di sospendere temporaneamente, per un periodo iniziale fino al 30 aprile 2020 ma prorogabile in funzione ai prossimi provvedimenti in uscita nello stesso mese di aprile, tutti i canoni di locazione legati a botteghe, laboratori artigianali, negozi commerciali e abitazioni civili a causa dell’emergenza da COVID-19.

4. MODELLO SR41 Integrazione Salariale Ordinaria – Straordinaria – In Deroga
<<< Clicca qui >>>>

Questo Modello (presentabile attraverso il proprio Consulente) viene utilizzato per porre il proprio personale dipendente in stato di Cassa Integrazione e per far rimborsare agli stessi, direttamente dall’INPS, il periodo di detta sospensione ad un massimo dell’80% della retribuzione prevista in busta paga.

In funzione alla propria nomenclatura di appartenenza (industria – artigianato – commercio – edilizia – agricoltura – ecc.) e al numero di addetti ai lavori presente in azienda si potrà accedere ad un diverso tipo di Cassa Integrazione mediante giusta domanda da inoltrare o direttamente all’INPS o, nel caso di Cassa Integrazione in Deroga, alla propria Regione di appartenenza e all’Ufficio Provinciale del lavoro.

Il massimo indennizzo richiedibile è pari a nove settimane dall’inizio del periodo di chiusura forzata delle varie aziende a causa dell’epidemia batteriologica da COVID-19 con previsione di assenza totale dei dipendenti dalle loro mansioni di lavoro svolte.

Per poter espletare questa procedura lunga e laboriosa ogni Consulente dovrà essere a conoscenza di tutti i dati personali di ogni dipendente d’azienda e dei relativi codici Iban, da inserire in domanda per poter far beneficiare questi ultimi di quanto verrà calcolato ed erogato dall’INPS.

*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*

– BONUS E INDENNITA’ PREVISTE DALL’INPS

Per poter accedere ai bonus previsti relativi alle 600,00 euro o al bonus previsto per i servizi di baby-sitting da parte di tutti coloro che possono beneficiarne, iscritti all’INPS o alla gestione separata, in base alle ultime disposizioni (liberi professionisti, co.co.co., soci di società di persone e di capitali, lavoratori del settore agricolo, artigiani, commercianti, lavoratori stagionali e del turismo, lavoratori dello spettacolo) bisognerà munirsi di apposito codice PIN dispositivo, entrando nel sito dell’INPS (www.inps.it) e utilizzando il sistema di “richiesta PIN” o il numero verde del Contact Center 803164.

La procedura semplificata per presentare la domanda inerente i benefici previsti (indennità una tantum di euro 600,00 – congedi parentali per COVID-19 o bonus baby-sitting in alternativa) è interamente telematica attraverso il sito dell’INPS (www.inps.it), accedendo alla sezione “servizi online” – “servizi per il cittadino” – “autenticazione con pin dispositivo” – e scegliendo : “domanda di prestazioni a sostegno del reddito” – oppure “bonus servizi di baby-sitting”.

– BONUS E INDENNITA’ PREVISTE DALLE CASSE PROFESSIONALI

La notizia dell’ultima ora è che anche i Professionisti iscritti alle loro casse professionali potranno godere del relativo bonus, pari ad euro 1.000,00 per la cassa previdenza ENPAM e ad euro 600,00 per tutte le altre casse professionali, rendendo così operativo il previsto “reddito di ultima istanza”, purché si sia in regola con i contributi previdenziali versati nell’anno 2019, si abbia avuto un reddito complessivo per l’anno 2018 non superiore ad euro 35.000,00 oppure, sempre per l’anno 2018, un reddito compreso fra i 35.000,00 euro e i 50.000,00 euro ma con una riduzione (perdita comprovata dall’emergenza COVID-19) di almeno il 33% del reddito confrontato fra il primo trimestre del 2020 e il medesimo reddito per l’anno 2019.

Le modalità di presentazione di tali domande agevolative saranno messe a disposizione nei vari siti di appartenenza alle casse professionali di ciascun professionista nei prossimi giorni.

– BONUS E INDENNITA’ PREVISTE NEL SETTORE SPORTIVO PER I COLLABORATORI SPORTIVI

Attraverso un’apposita domanda da presentare alla società “Sport & Salute SPA”, anche i collaboratori sportivi delle associazioni sportive dilettantistiche potranno usufruire “una tantum”, per il mese di marzo, di un’indennità pari ad euro 600,00 in relazione ai rapporti di collaborazione di cui all’art. 67, comma 1, lettera m. del T.U.I.R. (i c.d. “compensi sportivi dilettantistici”).
L’indennità è fruibile sia da parte dei titolari di rapporti di co.co.co amministrativo/gestionale che dei c.d. “sportivi dilettanti puri”, in possesso della sola lettera di incarico “già in essere alla data del 23 febbraio 2020”.
Inoltre è previsto che il beneficiario non percepisca altro reddito di lavoro. Tale condizione dovrà essere confermata da un’autocertificazione del richiedente. Ciò comporta che la richiesta dell’indennità potrà essere operata dai soli collaboratori sportivi che svolgano esclusivamente l’attività sportiva dilettantistica.
In fine è probabile (anche se ancora non precisato nel decreto) che lo sportivo che intenda richiedere l’indennità, operando in favore di a.s.d./s.s.d. regolarmente iscritte al Registro CONI, debba essere in possesso di tesseramento con validità in corso.
La fruizione del contributo comunque non è immediata, ed è sottoposta a diverse condizioni, in quanto è previsto un apposito decreto del MEF, che dovrà essere emanato entro 15 giorni, e che disciplinerà modalità di presentazione delle domande, secondo l’ordine cronologico di presentazione, criteri di gestione del plafond previsto di 50 milioni e le forme di controllo e monitoraggio, anche sulla base dei dati risultanti dal “Registro CONI”.

– N. B.:
Sono ancora in essere (e verosimilmente saranno prorogate per tutta la durata dell’emergenza da COVID-19) tutte quelle misure “tampone” relative a:
bonus spesa di euro 300,00 disposto dai singoli Comuni e distribuiti attraverso associazioni di volontariato e servizi sociali da spendere per acquistare solo beni di prima necessità nei supermercati convenzionati alla ricezione di tali buoni;
spostamento delle scadenze fiscali, dei versamenti contributivi, degli accertamenti da parte degli Enti erariali, dei pagamenti di imposte e tasse, dei pagamenti delle cartelle esattoriali, degli slittamenti di contenziosi e cause legali;
fruizione dei crediti di imposta di euro 100,00 a dipendente per le attività in corso d’opera nel mese di marzo 2020, di ottenimento del credito d’imposta pari al 60% del canone di locazione eventualmente pagato nel mese di marzo 2020 per le categorie C1 e di richiesta agevolata di finanziamenti da parte di Istituti di Credito riconosciuti o dei Fondi di Garanzia Statali per l’ottenimento di forme di liquidità a medio-lungo termine.

Se credi che la Venuti Solution possa essere una risorsa per la Tua Azienda e cerchi un partner che ti aiuti a Lavorare Meglio parlane con NOI ADESSO.

Contattaci qui:
WhatsApp:  347 0898346

Analizzeremo la tua situazione per capire insieme a te se e come possiamo aiutarti.
*****************************************
La “Venuti Solution” è operativa tutto il giorno, tutti i giorni!
Contattaci su WhatApp esponendo il tuo problema: sarai contattato entro 48 ore con la soluzione più adatta a te!
“Venuti Solution” il primo studio multiservizi a portata di un click!

Vuoi contattarci?

BONUS BEFANA, fino a 475 Euro nella calza degli italiani.

bonus befana

BONUS BEFANA, FINO A 475 EURO NELLA CALZA DEGLI ITALIANI

Un’idea tanto semplice ma che per ora piace a tutti, e non ha particolari controindicazioni, se non quella di “appesantire” in maniera piacevole le tasche degli italiani. Anzi, più precisamente, la “calza”. Quella della Befana

 

Ma che cos’è e chi ne ha diritto❓

🔹Si tratta, del rimborso di una cifra fino ad un massimo di 475 euro per alcuni pagamenti tracciabili per alcune voci a rischio di pagamenti in nero.

Un modo, per il Governo, di premiare chi usa la carta di credito a discapito del contante.

 

Un provvedimento previsto all’interno del DECRETO Fiscale, al quale sta lavorando il governo in questi giorni, collegando la legge di bilancio con il pacchetto di misure per incentivare l’uso della moneta elettronica e i pagamenti con carte di credito, nel tentativo appunto, di controllare tutte le transazioni economiche, rendendole dunque tracciabili.

 

⚠️Questa soluzione definita “Bonus Fiscale” riguarda chi acquista con carte e bancomat beni nei settori a rischio evasione con un tetto minimo di spesa di 2.500 euro, da abbinare al cosiddetto “cashback”, ovvero il rimborso direttamente sugli estratti conto su ogni acquisto tassato ad aliquota maggiorata per chi utilizza mezzi tracciabili per i pagamenti.

 

Il rimborso, in un’unica soluzione, sarà pari al 19% della spesa e dovrebbe arrivare in dichiarazione dei redditi. La misura più avanti però, dovrebbe coprire tutte le tipologie di prodotto, compresi i beni di prima necessità con Iva al 4%. Alla fine, per chi usa i pagamenti elettronici con una certa frequenza, si tratterebbe di un mini-bonus da poco meno di 40 euro al mese.

 

[IMPORTANTE]

Cashback, le possibili varianti:

 

Bisognerà infatti vedere se, come sembra, questo superbonus assorbirà il cashback mensile, di cui si era parlato nei giorni scorsi. In quell’ipotesi, c’era un bonus di 3-4 punti percentuali per chi usa la carta di credito o il bancomat, e una penalizzazione – si era parlato dell’1% – per chi pagava, ad esempio al ristorante o al bar, usando i vecchi contanti. Quel meccanismo sarebbe stato su base mensile, ma è chiaro che l’eventuale superbonus semplifica di molto la questione, e fissa anche un tetto che può essere interessante sia per chi è abituato ai pagamenti elettronici sia per chi, invece, è ancora legato a monete e banconote.

 

*****

 

✅ Se credi che la Venuti Solution
possa essere una risorsa per Te
parlane con NOI ADESSO inviando un’Email al nostro indirizzo:

info@venutisolution.it

[Scopri qui i nostri servizi fiscali e tributari ⬇ ]
Soluzioni e Risparmi Fiscali

*****************************************

Vuoi contattarci?

Web Marketing per le Aziende: Cos’è, Perché e come farlo.

💻 Digital Marketing è il termine con il quale si identificano tutte le azioni (strategia di marketing) volte a commercializzare beni o servizi, utilizzando canali e strumenti digitali che il WEB mette a disposizione.

📊 Promuovere i propri prodotti
📊 Aumentare i Clienti
📊 Fortificare il proprio brand

non solo con la pubblicità definita tradizionale ( Tv, Cartaceo); oltre a sfruttare una serie di azioni tramite diversi canali SOCIAL (Facebook, Instagram, Twitter, ecc.) sono tutti passaggi fondamentali al giorno d’oggi, per chi vuole far vedere la propria presenza sul mercato.

📌 Alcune delle attività che sono riconducibili al marketing digitale sono ad esempio il search engine marketing (SEM), il social media marketing (SMM), il content marketing, l’email marketing ed il proximity marketing.

📲 Ognuna di queste attività di internet marketing racchiude una serie di attività,
che se svolte correttamente possono GARANTIRE un RITORNO d’immagine POSITIVO a qualunque azienda, e di conseguenza l’AUMENTO del FATTURATO aziendale ed una più facile programmazione delle attività produttive future

🔎Numerose sono le possibili applicazioni e tecniche del Marketing Digitale:

Web Marketing
Email Marketing
Brand management
Mobile Marketing

 

*****

Se credi che la Venuti Solution possa essere una risorsa per Te o la Tua Azienda e cerchi un partner che ti aiuti a Lavorare Meglio parlane con NOI ADESSO.

Contattaci ORA ⬇
info@venutisolution.it

Analizzeremo la tua situazione per capire insieme a te se e come possiamo aiutarti.