quando conviene aprire una srl

Quando conviene aprire una Srl? E’ la classica domanda da un milione di dollari per molti professionisti e in particolare per quelli che stazionano nel regime forfettario.

Il dubbio se aprire o no una Srl giunge inevitabile quando l’attività ha attraversato una fase di crescita, evento positivo ma foriero di cambiamenti.

Ne parliamo qui, fornendo una panoramica sul funzionamento della Srl e presenti le condizioni che giustificano, o potrebbero giustificare, l’apertura di una Srl.

Cos’è e come funziona una Srl?

Srl sta per Società a Responsabilità Limitata. E’ la forma di impresa in assoluto più comune in Italia. D’altronde, è anche la più leggera e flessibile, pienamente coerente con la struttura tipica delle nostre imprese, che suggerisce la proverbiale conduzione familiare. 

Al netto di ciò, la Srl presenta determinate caratteristiche, dei tratti distintivi rispetto alle altre forme d’impresa e soprattutto rispetto al lavoro autonomo propriamente detto, quello “a partiva IVA”.

  • Responsabilità limitata. La responsabilità è limitata al solo capitale sociale, ovvero al capitale che i soci della Srl “mettono” o piuttosto riservano all’impresa. Ciò significa che i creditori possono rivalersi solo sulla Srl, che è dotata di una personalità giuridica a sé stante, e non sui singoli. Tutto ciò, sia chiaro, al netto di eventuali illeciti.
  • Flessibilità. La Srl è la forma di impresa più flessibile in assoluto. Tale flessibilità riguarda la distribuzione degli utili ma anche la gestione del personale. Non ci sono vincoli di compenso, come nel forfettario.
  • Possibilità di attrarre investimenti. Le Srl, per quanto “semplici” sono società a tutti gli effetti. In ragione di ciò, vantano di un prestigio superiore al mero lavoro autonomo. Ciò pone in essere maggiori probabilità di attrarre investimenti.
  • Possibilità di partecipare a gare d’appalto. Le Srl, in quanto imprese a tutti gli effetti, possono partecipare a gare d’appalto. I professionisti che operano in regime di lavoro autonomo, invece, non possono farlo.

Quando conviene aprire una srl

Alla luce di ciò, ma anche alla luce di alcune considerazioni sulle differenze tra forfettario, partiva IVA ordinaria ed Srl, possiamo individuare alcune condizioni che rendono più che giustificabile la costituzione di questa forma societaria. Insomma, condizioni che rispondono alla domanda: quando conviene aprire una Srl?

  • Il fatturato supera i limiti imposti dal forfettario. Il forfettario presenta dei limiti. Per la precisione, questi corrispondono a 85mila euro di fatturato. Se su superano, si accede al regime ordinario. Questo non offre benefici rilevanti per quanto concerne la tassazione, dunque risulta meno competitivo rispetto a una Srl. Sia chiaro, a conti fatti la pressione fiscale è simile, ma una Srl ha dalla sua la responsabilità limitata.
  • Si prevede una crescita significativa. L’Srl dev’essere sostenuta, o per meglio dire fatturare ben più di un forfettario per giustificare la sua esistenza. Dunque, dovrebbe essere presa in considerazione solo se si prevede una importante crescita.
  • Si intende puntare alla PA. Come già specificato, le Srl possono partecipare ai bandi d’appalto. Da qui, la necessità di prendere in considerazione la costituzione di una Srl se si intende rivolgersi alla pubblica amministrazione, o ci si sente in grado di farlo.
  • Si hanno collaboratori stabili. Se si lavora stabilmente con dei collaboratori, e anzi si avverte la necessità di integrarli nella propria attività, la costituzione di una Srl, per mezzo della quale elevarli a soci o a dipendenti, rappresenta una soluzione da considerare.

Qualche consiglio per una scelta informata

Anche qualora si verificasse una o più di queste condizioni, la scelta di aprire una Srl risulterebbe complessa e ardua. Il consiglio è di farsi accompagnare in questo percorso di scelta da un professionista, da un commercialista o da un consulente del lavoro, meglio ancora da una società finalizzata al supporto a professionisti e imprese.

Solo questo tipo di figura è in grado di tracciare in maniera compiuta e utile tutti gli scenari possibili e di fornire informazioni utili all’orientamento.

Un altro consiglio è di analizzare con attenzione la propria situazione attuale e di elaborare proiezioni. Proiezioni che sappiano quantificare con ragionevole grado di approssimazioni le probabilità di crescita.

Vuoi contattarci?